prossimamente in libreria (3)
  • Per secoli parrocchia del Senato palermitano, la chiesa di Sant’Antonio Abate nel corso della sua storia ha vissuto considerevoli trasformazioni. L’edificio chiesastico, sorto in epoca medievale, ha subìto dapprima l’influsso bizantino-normanno e il suo aspetto attuale è frutto delle significative trasformazioni intervenute nelle epoche successive, dal Rinascimento al primo decennio del secolo XX. Insomma, una storia che per buona parte del secondo millennio si incrocia con le dinamiche socioculturali della città di Palermo. Il volume si presenta in forma corale; i diversi autori hanno offerto il loro contributo a diversi livelli: urbanistico e architettonico (E. Saeli), documentario (C. Gino Li Chiavi, G. Mendola, G. Tulipano), storico-artistico (C. Gino Li Chiavi, S. Grasso, D. Lo Piccolo), estetico-teologico (C. Scordato), pastorale (G. Tulipano). Propiziato dalla circostanza commemorativa, l’opera da un lato fa tesoro delle ricerche precedenti, offrendo anche notevoli elementi di novità; dall’altro lato, in quanto frutto di lavoro interdisciplinare, va compreso nella circolarità che intercorre fra i singoli contributi.
    Il volume è stato pubblicato in occasione dell’ottavo centenario della erezione canonica della chiesa (1220-2020)

  • INDICE RIDC N. 30/2019
    LEGGI ESTRATTO

    SAGGI
    – Manlio Bellomo: Ius commune e Shakespeare, fra drammi e commedie
    – Kenneth Pennington: Per un  Corpus Irnerianum
    – Andrea Padovani: Abelardo e Irnerio. Pensieri sulla servitù
    – Cecilia Natalini: In tema di  editio actionis e  vocatio in ius nel secolo XII
    – Paola Maffei: Le prerogative fiscali del re d’Aragona nel  Tractatus super materia munerum (c. 1277) di Alberto da Lavagna
    – Chiara Valsecchi: Tra pubblica necessità, immunità e privilegi. Il potere impositivo della civitas nel  Tractatus de collectis di Pietro degli Ubaldi
    – Alarico Barbagli: L’apporto dell’umanesimo giuridico agli studi di metrologia antica. Il  Libellus de ponderibus et mensuris di Andrea Alciato

    DISCUSSIONI
    – Diego Quaglioni: “Quelque chose dont nous souhaitons vivre encore”. Società feudale e storia costituzionale in Occidente
    – Christian Zendri: Relazioni feudali e scienza giuridica nella tradizione occidentale: da Baldo degli Ubaldi a Iacopo Alvarotti

    NOTE E DOCUMENTI
    – Orazio Condorelli: Campagna, città, vincoli di dipendenza personale: il caso del “Regnum Siciliae” in età normanno-sveva

    RICORDI
    – Manlio Bellomo: Ricordi… non è mai troppo tardi, nr. 1: Tecniche didattiche per la formazione teorica e professionale dei giuristi medievali
    – Manlio Bellomo: Ricordi… non è mai troppo tardi, nr. 2: Per la presentazione del libro “Quaestiones in iure civili disputatae . Didattica e prassi colta nel sistema del diritto comune fra Duecento e Trecento”
    – Manlio Bellomo: Ricordi… non è mai troppo tardi, nr. 3: Per la presentazione del “Catálogo de los manuscritos jurídicos de la Biblioteca Capitular de la Seu de Urgell”
    – Manlio Bellomo: Ricordi… non è mai troppo tardi, nr. 4: I signori dell’arbitrio e il princeps legibus solutus

    ORIENTAMENTI BIBLIOGRAFICI
      Bibliografia