• img-book

    De Santis Vincenzo

ISBN: 978-883334-032-6
Categorie: ,

Bajazet – Jean Racine

di: De Santis Vincenzo

Nei primi di gennaio del 1672, la compagnia dell’Hôtel de Bourgogne rappresenta per la prima volta l’attesa tragedia turca di Racine, Bajazet. L’interesse suscitato dall’opera presso i contemporanei appare in larga misura legato all’ambientazione orientale, in un periodo in cui i soggetti turchi sono tornati di moda anche grazie alle politiche internazionali del Re Sole. […]

20,00

Quantità:
Autore
avatar-author
Insegna letteratura francese presso l’Università di Salerno. I suoi ambiti di ricerca sono la letteratura teatrale del Seicento e del Settecento, i rapporti tra teatro e politica durante la Rivoluzione e il Primo Impero, l’ecdotica e la traduttologia, cui ha dedicato diversi saggi e articoli. È dottore di ricerca delle Università di Milano e Paris-Sorbonne. È membro del gruppo di ricerca «French Theatre of the Napoleonic Era» dell’Università di Warwick, dove ha lavorato in qualità di research fellow. È autore di una monografia sul drammaturgo Népomucène Lemercier (Classiques Garnier), di un’edizione critica di Christophe Colomb dello stesso autore (Modern Humanities Research Association), e di un’edizione bilingue di Zaïre di Voltaire, in collaborazione con Mara Fazio (ETS).
Libri diDe Santis Vincenzo
Aggiungi al carrello
Riguardo questo libro
Panoramica

Nei primi di gennaio del 1672, la compagnia dell’Hôtel de Bourgogne rappresenta per la prima volta l’attesa tragedia turca di Racine, Bajazet. L’interesse suscitato dall’opera presso i contemporanei appare in larga misura legato all’ambientazione orientale, in un periodo in cui i soggetti turchi sono tornati di moda anche grazie alle politiche internazionali del Re Sole. La trama si ispira alla vicenda dell’omicidio di Bayazid (1635), fratello dell’imperatore di Turchia Morad IV (1612-1640), morto da circa trent’anni al momento della trasposizione drammatica di Racine. Nel 1657, una ventina d’anni dopo la morte di Bayazid, Jean Regnault de Segrais aveva pubblicato il secondo volume delle sue Nouvelles françaises. La novella sesta, Floridon, sviluppava gli aneddoti narrati dai diplomatici di corte a cui Racine afferma di essersi ispirato per la stesura di Bajazet. Le numerose somiglianze tra i due testi mostrano tuttavia come la novella sia la fonte principale della tragedia, benché Racine non ne faccia mai menzione. Anche se le similitudini con la pièce sono molte, Racine modifica elementi fondamentali della storia, insistendo sul tema della gelosia e operando sulla novella come se si trattasse di una trama tratta non dalla cronaca recente ma dal mito o dalla Storia. Applicando l’assunto aristotelico secondo cui la tragedia è di maggior effetto quando l’omicidio è perpetrato in seno alla famiglia, Racine ripropone lo schema dei fratelli nemici, già sperimentato in opere precedenti. Rispetto all’ordine che vige nella Costantinopoli di Segrais, il poeta mette in scena una corte che si appresta ad affrontare e reprimere un colpo di Stato: riscrivendo la novella, Racine intreccia in Bajazet il tema della gelosia furiosa e quello del dispotismo orientale, in una tragedia che si distingue dal resto del corpus dell’autore per l’argomento scelto, per l’originalità del luogo tragico, il serraglio, e per le particolari strutture drammaturgiche e metrico-sintattiche.

Dettagli

ISBN: 978-883334-032-6
Publisher: Siké
Publish Data: 2019
Page Count: 294

Only logged in customers who have purchased this product may leave a review.

There are no reviews yet.